9.19.2013

Champions League & Europa League: Prima Giornata

Per un attimo andiamo nel calcio britannico professionistico per vedere come si è comportato nell'Europa calcistica.

Champions League

Le due Manchester hanno fatto in pieno il loro dovere. Ottima prestazione casalinga del Man Utd di Moyes che rifila 4 goal al Bayer Leverkusen. E' vero che che il Bayer è la squadra tedesca più debole ma a mio parere i Red Devils non si sono riforzati nel mercato estivo ma Moyes, dando un gioco alla squadra, sta sopperendo all'evidente calo di tasso tecnico della rosa.

Sull'altra sponda i Citizens sbrigano la pratica Victoria Plzen con secco 3 a 0 maturato all'inizio della ripresa. Il Man City parte decisamente meglio degli anni scorsi, anche se rimango i dubbi sulla personalità di una squadra che fatica a fare il definitivo salto di qualità in ambito europeo. Pellegrini si può permettere di lasciare in panchina Jovetic, segno evidente che la rosa è molto competitiva.

L'Arsenal va a vincere a Marsiglia e forse alla vigilia in pochi speravano in questa vittoria. I Gunners vincono con il minimo sforzo, ma in un girone con Napoli e Borussia Dortmund ogni vittoria vale oro. Staremo a vedere come si comporteranno i biancorossi con il Napoli per capire se potranno passare il turno o accontentarsi dell'Europa League.

Il Chelsea è la vera delusione di questo primo turno di Champions League. I Blues di Mourinho hanno un girone molto soft ma sono riusciti nell'impresa di perdere in casa con il modesto Basilea, oltretutto dopo essere passati in vantaggio. Il passaggio del turno non è compromesso ma siamo già alla terza sconfitta stagionale e lo Special One non ha ancora dato un gioco alla squadra (ne ha mai dato uno alle squadre che ha allenato) e dal mercato non mi sembrano che siano arrivati campioni. Eto'o è la brutta copia di quello nerazzurro ed avere Lampard capitano e titolarissimo a 35 anni suonati fa capire come la rosa complessiva sia di media qualità.

Il Celtic aveva la grande occasione di ottenere una vittoria europea di prestigio in trasferta viste le condizioni di forma e di rosa del Milan. Presentarsi in casa propria con un certo Valter Birsha titolare certificava l'allarme rosso alla voce infortuni dei rossoneri. I Bhoys ce la mettono tutta, sprecano anche qualche occasione importante ma appaiono sempre timorosi quando mettono fuori il naso dal Celtic Park. La fortuna gira le spalle ai biancoverdi nel finale che escono da San Siro sconfitti per 2 a 0, risultato sicuramente bugiardo ma in casa scozzese si ha la sensazione di aver buttato via una delle rare occasioni di vittoria in questa Champions League.

Europa League

Chi dice che se vendi la tua stella per quasi 100 milioni di euro e ti indebolisci non capisce nulla di calcio. Gareth Bale ha fatto le fortune del Tottenham negli ultimi anni ma la sua partenza al Real Madrid ha permesso a Villas Boas di ampliare e migliorare la rosa degli Spurs con gli innesti di Lamela, Ericksen, Vertonghen, Soldado e Dembele. L'inizio di stagione dei bianchi londinesi è senza dubbio molto positivo ed anche in Europa sono partiti con il piede giusto. Il Tromso, compagine modesta norvegese, ha fatto da sparring partner ai ragazzi di Villas Boas che si sono imposti per 3 a 0.

Colpaccio dello Swansea che strapazza il Valencia in trasferta, con un secco 3 a 0 anche se dobbiamo segnalare come l'espulsione del difensore centrale Rami (inseguito da Napoli e Fiorentina in estate) abbia indubbiamente agevolato il compito ai ragazzi di Michael Laudrup. A segno anche lo spagnolo Michu attaccante che sta esplodendo definitivamente e sicuramente sarà uomo mercato nel 2014.

Infine il Wigan (appena retrocesso in B inglese) non sfigura a Warengem, strappando un prezioso 0 a 0. I Latics sono in Europa grazie alla straordinaria impresa in FA Cup contro la corazzata Manchester City ma la retrocessione ha ridimensionato il budget e le ambizioni sportive. Il mini-girone non è impossibile e la qualificazione non è tutt'altro che un'utopia.

Nessun commento:

Posta un commento