9.25.2013

Phoenix Sports 4 - Fisher FC 1

Phoenix Sports: Adam Woodward, Ryan Andrews (Nytran Dixon-Baker 65), Richie Hamill, Jack Hope, James Brown, Chris Hill, Alex Nelson, Chris Edwards, Andrew Dalhouse, Miles Cornwell (Nahum Green 75), Daryl Wheeler (Ben Yiadom 60). 
Panchina: Harry Montgomery, Dean Nash 
Goals: Andrew Dalhouse 34, Jack Hope 43, Miles Cornwell 53, 74

Fisher Fc: Billy Hensman, Danny Akers, Danny Tipple, Tom Carr, Richard Styles, Jamie Taylor (Kieron Campbell 46), Billy Walton (Piers Hanifan 72), Harry Draper, Harvey Hanifan (Rob Hughes 63), Richie Monan, Troy Abbey. 
Panchina: Nathaniel Bell, Michael Daramola 
Goal: Troy Abbey 80 

Ammoniti: Jamie Taylor 25, Harvey Hanifan 26, Danny Akers 59, Kieron Campbell 84, Tom Carr 86 

Spettatori: 98 

Arbitro: Mr Philip Rowley (Canterbury) 
Assistenti: Mr Derek Peck (Bexleyheath) & Mr Gareth Garrey (Deptford, London SE8)

Fin dalla vigilia sapevamo che il match contro il Phoenix Sports non era l'occasione migliore per far punti e schiodarci dal fondo della classifica. Questa matricola terribile (vincitrice della Kent Invicta League 2012) ha tutta l'intenzione di fare un campionato da protagonista e forse lottare per la promozione.

Coach Billy Walton prova a mini-rivoluzionare la  squadra attraverso cinque campi rispetto alla formazione anti (si fa per dire) AFC Croydon Athletic. Questo nuovo assetto ha permesso a Richard Styles, Harry Draper e Richie Monan di di esprimersi a più alti livelli.

Come era prevedibile i bianconeri si dispongono con un 4-2-3-1 molto difensivo nella speranza di poter portare a casa un punto e tentare il colpaccio con qualche contropiede. L'assetto difensivo tiene per ben 34 minuti quando Andrew Dalhouse porta in vantaggio i padroni di casa. Prima dell'intervallo arriva la mazzata del secondo goal ad opera di Jack Hope.

Il problema di questa stagione, oltre alla  tenuta difensiva, è l'attacco a dir poco sterile che non consente nessuna possibile rimonta. 

Nel secondo tempo il Phoenix Sports ne mette altri due grazie Miles Cornwell che si toglie la soddisfazione della doppietta. 

Nonostante il passivo ancora una volta pesante il Fisher Fc ha giocato con orgoglio e volontà, che viene premiata al 80 minuto grazie a Troy Abbey che sigla il goal della bandiera.

Nel dopo gara Tony Beckingham, manager del Phoenix Sports, dice che era molto preoccupato per questo match perchè si aspettava una reazione dei "Fish" e per i primi 20 minuti la sua squadra ha avuto notevoli difficoltà. Inoltre i bianconeri avevano ingaggiato due nuovi giocatori e quindi le preoccupazioni era ancora maggiori. Mister Beckingham si gode il primato solitario ma non vuole sentir parlare di promozione visto che il campionato è appena cominciato, la concorrenza è forte ed ancora il numero di partite non è lo stesso per tutte le squadre.

In casa Fisher Fc, Billy Walton vuole vedere il bicchiere mezzo pieno, elogiando la squadra per il gioco espresso per i primi 30 minuti. Walton conferma che la tattica studiata in allenamento era di aspettare il Phoenix Sports e ripartire. Il coach bianconeri si sofferma anche sull'ennesima distrazione difensiva sul primo goal che ha cambiato l'inerzia del match. Per Walton è da migliorare l'aspetto mentale soprattutto nel rimanere concentrati per 90 minuti. L'atteggiamento troppo rinunciatario della squadra ha lasciato il solo Richie Monan a lottare con la difesa avversaria.

Billy Walton ha confermato che nelle prossime settimane arriveranno due nuovi attaccanti per migliorare l'asfittico attacco dei "Fish" e questa notizia, unita alla buona prova d'orgoglio della squadra ci fa ben sperare per il proseguio della stagione.

3 commenti:

  1. Male, quest'anno sembra proprio che siamo destinati alla retrocessione, speriamo in qualche ritocco sul mercato, se non sbaglio in Non League è sempre aperto, ci serve assolutamente un difensore e una punta che assicuri almeno 15-20 gol in questa categoria.

    RispondiElimina
  2. Billy Walton credo che metta sotto contratto due nuovi attaccanti fra poco, è un ottimo allenatore, ha le idee chiare, bisogna dargli tempo. D'altronde il campionato è appena cominciato, una salvezza tranquilla è alla nostra portata.

    RispondiElimina
  3. Se arrivano due punte degne di essere chiamate così, allora potremo salvarci tranquillamente

    RispondiElimina